La recente frattura spiroidale all'omero destro mi ha portato a dovermi informare sulla magnetoterapia.
L'ortopedico dell'INAIL (sono caduta in ufficio, quindi, incidente sul lavoro ed interviene INAIL) vuole rivedermi fra un mese e mi ha prescritto magnetoterapia per aiutare l'osso a saldarsi e un blando movimento in acqua per sciogliere l'articolazione del gomito e della spalla che, con l'immobilizzazione del tutore, sono rimaste bloccate...
Il suo consiglio è stato quello di noleggiare o acquistare un apparecchio specifico perchè, sempre su suo consiglio, più ore lo tengo meglio è...
Per il momento ne ho noleggiato uno presso la Sanitaria di Via Pelagio Palagi.
€. 100,00 di caparra e €. 3,50 al giorno per il noleggio.
E' un apparecchio maneggevole che però fa molto caldo...fortunatamente andiamo verso il fresco e la sera, davanti alla tv, me lo attacco e lo tengo circa tre ore...poi mollo perchè brucio...
è indicato per tantissime patologie e credo proprio che lo acquisteremo perchè aiuta per la cervicale, per le lombalgie di cui noi, purtroppo, soffriamo già da diverso tempo...
queste che seguono sono alcune delle mie ricerche...


La magnetoterapia è una metodica che utilizza i campi magnetici a scopo terapeutico e rigenerante. Le applicazioni principali sono il consolidamento osseo dopo le fratture, l'osteoporosi, le patologie articolari come artriti e artrosi e tante altre. Uno dei pregi della magnetoterapia è non avere particolari controindicazioni o limiti nell'utilizzo; le sedute possono essere molto lunghe (alcune ore) o ripetute più volte al giorno. Gli effetti sono molto positivi e, talvolta, immediati, senza consumo di materiali o accessori. Le controindicazioni principali sono: pacemaker, gravidanza, tumori, protesi metalliche, cristallino sintetico.
Con New Dolpass le onde vengono emesse per brevi periodi seguiti da lunghe pause che permettono alle cellule di disperdere il calore. Grazie ai processi di ripolarizzazione delle membrane biologiche e ai fenomeni relativi al metabolismo cellulare provocano un'azione antiflogistica di riparazione tissutale ed antalgica.
www.newageitalia.it/ita/prodotti2.php?terapia=6&linea=0

image


SOLENOIDE SPECIALE TRIPLO IN SERIE PER IL MASSIMO COMFORT
Descrizione MAGNETOTERAPIA MY MAG
Apparecchio per magnetoterapia con display retroilluminato dotato di una cavo a tre solenoidi;
secondo cavo per magnetoterapia opzionale a tre solenoidi;
feed-back utente: l’apparecchio riconosce se l’utente è collegato;
tastiera con comandi semplici ed intuitivi;
personalizzazione trattamenti con la possibilità di selezionare il tempo di trattamento fino a 59 ore e 59 minuti;
mantenimento della memoria dell’ultimo programma eseguito;
intensità massima del campo magnetico di 100 Gauss per canale ripartita sui 3 solenoidi;
20 programmi impostati per le varie patologie;
6 programmi a selezione di frequenza: si sceglie non la patologia ma la frequenza (magari consigliata dal medico), si imposta il tempo e si esegue il programma;
dispositivo medico certificato CE0051.
FASCIA TERAPEUTICA ELASTICA
Molto spesso l’utente finale riscontra delle difficoltà nella programmazione dell’apparecchio e nel suo utilizzo a causa della difficoltà di mantenere in posizione i solenoidi. Per questo i tecnici della IACER hanno ideato un software che mantiene in memoria l’ultimo programma eseguito ed il tempo che è stato impostato, ed una fascia elastica che contiene e mantiene al suo interno i solenoidi necessari alla terapia. I diversi occhielli posti sul retro della fascia terapeutica e la cintura elastica permettono di applicare la fascia stessa a qualunque parte del corpo in modo semplice e sicuro.
NOVITA’
L’apparecchio include un programma (il numero 26) detto a SCANSIONE AUTOMATICA. Questo programma esegue una scansione automatica delle frequenze da 10 Hz a 100 Hz particolarmente indicato per agire sia sui tessuti molli che duri. L’esempio più classico è rappresentato dal paziente con frattura ed infiammazione dei tessuti con conseguente dolore localizzato.

PROGRAMMI E FREQUENZE DI LAVORO
(salvo diverse prescrizioni mediche).
ELENCO PROGRAMMI
1. Osteoporosi (50 hz)
2. Artrosi (12 hz)
3. Artrite (25 hz)
4. Cefalea (3 hz)
5. Nevralgie (25 hz)
6. Cervicalgia (12 hz)
7. Distorsioni (50 hz)
8. Fratture (50 hz)
9. Cicatrizzazioni (50 hz)
10. Ulcere (50 hz)
11. Nevralgie intercostali (12 hz)
12. Lombalgia (25 hz)
13. Sciatalgia (25 hz)
14. Nevralgia del trigemino (12 hz)
15. Ulcere varicose (50 hz)
16. Periartrite scapolo omerale (50 hz)
17. Coxatrosi (50 hz)
18. Atrofie muscolari (25 hz)
19. Contratture muscolari (12 hz)
20. Osteonecrosi (50 hz)
21. Trattamento a 60 hz
22. Trattamento a 70 hz
23. Trattamento a 80 hz
24. Trattamento a 90 hz
25. Trattamento a 100 hz
26. Scansione automatica (10-100 hz con step di 10 hz ogni 5 minuti)

Dimensioni apparecchio: 90 X 145 X 35 mm
------
DOTAZIONE
Apparecchio per magnetoterapia con display retroilluminato
1 cavo terapia con 3 solenoidi in serie
1 alimentatore medicale a doppio isolamento
1 manuale d’uso e posizioni
1 calamita per test funzionamento
borsa di confezionamento




Magnetoterapia
Nella magnetoterapia si utilizzano gli impulsi elettromagnetici a bassa frequenza al fine di dare un notevole aiuto nella cura di diverse sintomatologie legate a stati infiammatori o a patologie ossee.

I campi magnetici vengono impiegati nella fisioterapia ormai da qualche decennio perchè gli impulsi elettromagnetici eccitando le cellule aiutano la rigenerazione dei tessuti ossei e cutanei, migliorano la circolazione sanguigna e stimolano la produzione di endorfine da parte del sistema neurovegetativo riducendo in tal modo il dolore che accompagna inevitabilmente lo stato infiammatorio.

La magnetoterapia, infine, stimola l'assimilazione del calcio, importante per le ossa che rinforzandosi saranno meno soggette a fratture o a malattie degenerative.
Gli apparecchi di magnetoterapia generano campi prevalentemente magnetici statici o tempo-variabili con frequenza bassa.

La magnetoterapia è indicata nelle fratture recenti o ritardo di consolidazione, osteoporosi, morbo di Sudeck, pseudoartrosi, artropatie di natura infiammatoria e degenerativa e controindicata nei casi di portatori di pace-maker e gravidanza.
www.fisioterapia-riabilitazione.com/magnetoterapia.html


Magnetoterapia
La magnetoterapia è una forma di fisioterapia che utilizza l'energia elettromagnetica, stimolando la rigenerazione dei tessuti. La sua storia è antichissima (la si vorrebbe far risalire addirittura agli Egizi), ma è soprattutto nel secolo scorso che sono state condotte numerose ricerche cliniche-terapeutiche per studiare scientificamente i possibili effetti dei campi magnetici sugli esseri viventi, in particolare sugli uomini.
Attualmente, la moderna magnetoterapia è stata riconosciuta a livello nazionale come terapia nel campo della Omeopatia e Naturopatia.

COME AGISCE LA MAGNETOTERAPIA
Il principio fondamentale attraverso cui la magnetoterapia manifesta i suoi effetti terapeutici è quello di riportare ordine in un settore presumibilmente in disordine magnetico.
La magnetoterapia esplica inoltre un'azione che favorisce i processi riparativi dei tessuti e stimola le difese naturali organiche.
Questo effetto può essere usato per molteplici scopi terapeutici favorendo il decorso di:
•disturbi di tipo infiammatorio (artrosi, neuriti, flebiti, tendiniti, stiramenti muscolari, ...)
•disturbi articolari
•traumi recenti
•riparazione delle ulcere di ogni tipo:(traumatiche, da decubito, da ustioni, refrattarie ad altre terapie, venose (specialmente di tipo cronico), e in tutte quelle patologie in cui è richiesto una maggiore microvascolarizzazione e/o rigenerazione tessutale, quali l'attecchimento di autotrapianti, il consolidamento di calli ossei ecc.
•malattie reumatiche, nelle patologie articolari quali artrosi, tendiniti, epicondiliti, borsiti, periartriti, cervicalgie, lombalgie, mialgie, trattamento delle fratture sia durante che dopo gessatura ( infatti, la magnetoterapia influenza direttamente il tessuto osseo, accelerando la formazione del callo osseo, mobilitando gli ioni di Ca++ )

L’OSTEOPOROSI
Un campo di applicazione in cui si ottengono ottimi risultati è quello della osteoporosi, patologia che in molti casi degenera, con dolori e con eventuali microfratture a livello dei corpi delle vertebre, in aumento della cifosi e nella riduzione di altezza dei corpi delle vertebre con compressione a livello della colonna vertebrale e difficoltà nella deambulazione. Non vi sono specifici rimedi per curare l'osteoporosi, ma il trattamento con campo magnetico ripetuto più volte all'anno, riduce il processo degenerativo. La patologia dell'anziano trova nella magnetoterapia una valido aiuto rigenerando le cellule e dando una sensazione di acquisita energia.

RIASSUMENDO…
La patologia dell'apparato muscolo-scheletrico rappresenta il campo di applicazione più specifico della magnetoterapia; in particolare quella post-traumatica risponde in modo eccellente a questo tipo di trattamento. Tutti gli eventi traumatici, dal piccolo trauma distorsivo alla grave frattura, possono trarre vantaggio da questa terapia con tempi di guarigione a volte clamorosi. Anche la patologia ossea trattata con la magnetoterapia ha mostrato processi riparativi e tempi di recupero più brevi.

NESSUNA CONTRONDICAZIONE
Fattore non trascurabile, la magnetoterapia non presenta particolari controindicazioni o effetti collaterali, se non in pazienti portatori di stimolatori cardiaci e pacemaker o apparecchi acustici (che vanno semplicemente rimossi durante il trattamento), insufficienza coronarica, disturbi ematologici (anemia, leucosi, ecc..), stati emorragici di qualsiasi tipo in quanto dopo il trattamento potrebbe aumentare il flusso sanguigno, gravi malattie dei vasi, disturbi psichici, epilessia, malattie infettive con stati febbrili di origine batterica o virale, micosi, iperfunzione tiroidea, sindromi endocrine, tubercolosi, insufficienza epatica, insufficienza renale.

BASSA O ALTA FREQUENZA?
La magnetoterapia a bassa frequenza utilizza frequenze molto basse, mediamente tra 6 e 100 Hertz massimali.
La magnetoterapia a bassa frequenza ed alta intensità è indicata soprattutto come terapia per la calcificazione ossea ma trova ottimi riscontri nella terapia del dolore e nei trattamenti sui tessuti molli. Le applicazioni consigliate devono durare almeno mezz'ora a seduta, anche se sarebbe indicato prolungarle al fine di accelerare i processi di guarigione. Le applicazioni, con cadenza giornaliera, si possono protrarre per 10/15 giorni.
La magnetoterapia a bassa frequenza fornisce ottimi risultati a chi soffre di ritardi di calcificazione dovuti a traumi, a recupero post-operatorio o osteoporosi.

La magnetoterapia ad alta frequenza o CEMP (campi elettrici pulsanti), a differenza della bassa, si basa su emissione di onde radio di frequenze tra i 18 e i 900 MHz in brevi impulsi a frequenza regolabile.
L'alta frequenza abbinata alla bassa intensità è indicata nelle terapie del dolore, cicatrizzazioni, edemi e trattamento di tessuti molli (tendiniti, flebiti, ecc.).
La terapia con magnetoterapia ad alta frequenza è simile alla TENS (elettrostimolazione), ma a differenza della TENS altre ad agire sulle terminazioni nervose, agisce efficacemente sulle strutture cellulari portando un ripristino delle normali condizioni fisiologiche.
www.adieta.it/magnetoterapia.htm

Le immagini pubblicate in queste pagine sono state prese nel web offerte in forma pubblica e rimangono di proprietà dei rispettivi autori. In caso foste al corrente di violazione di copyright di cui non sono a conoscenza, vi prego cortesemente di informarmi tramite messaggio privato e provvederò a rimuovere le immagini contestate,
grazie