Smarrimenti: cosa fare.
Girando per i gattili, navigando in internet, parlando con numerosi possessori di gatti abbiamo potuto constatare come quando si smarrisce il proprio animale, alcune volte, non si sa bene come agire anche perché la persona coinvolta può essere presa dall’agitazione e non lucida sul da farsi. Abbiamo quindi pensato di stilare un vademecum costituito da una serie di consigli utili a facilitare il ritrovamento dell’ amico felino (ma le regole sono valide anche per i cani).
- La prima cosa da fare, oltre che mantenere la calma, le crisi isteriche non servono a nulla, è quella di ricostruire l’accaduto cercando di capire o ricordare l’ora, la data, il luogo ed il modo in cui è avvenuto lo smarrimento. Sono informazioni importanti per Voi, per agire meglio nella ricerca, ma anche per fornire indicazioni utili a tutti coloro che Vi potranno aiutare.
- Preparate un volantino possibilmente con foto, descrizione dell’animale smarrito ed informazioni sull'accaduto. La foto deve essere nitida e raffigurante bene il Vs. gatto, per questo la stampa a colori è decisamente consigliata. RicordateVi che il volantino sarà sottoposto all’intemperie e quindi alla pioggia: le stampe laser sono più resistenti all’acqua di quelle a getto d’inchiostro, se utilizzate quest’ultime dovrete metterle nelle apposite bustine plastificate. Per essere visibili i volantini devono essere in un formato minimo A4, se più piccolo possono sfuggire alla vista dei passanti, ed affissi negli incroci e fermate dei bus. Per una buona riuscita distribuitene 100/200 in un raggio di circa 1 Km. Nel manifesto vanno riportati i Vs. dati per essere rintracciati: quindi nome, indirizzo, telefono cellulare ed eventuale e-mail. Trascrivete il tutto nella parte inferiore del manifesto in tante linguette intagliate per evitare che persone sprovviste di carta e penna stacchino il volantino soltanto per contattarVi.
- Diffondete la notizia: avvertite i vicini, le forze dell’ordine, i gattili di zona, distribuite i volantini, mettete annunci su internet e giornali locali. Effettuate delle ricerche munendoVi di una torcia ( per i posti più angusti e bui) e di un cellulare (per chiedere eventualmente aiuto o ricevere segnalazioni) e chiamate il Vs. amico peloso con voce calma e se vi sono dei rumori o richiami particolari che lo attirano fateli. Ricordate che il Vs. animale potrebbe essere spaventato e non risponderVi ugualmente, tornate quindi, anche sugli stessi posti più volte.
- Lasciate del cibo preferito nelle vicinanze della Vostra abitazione: Il gatto potrebbe essere attratto, spinto dalla fame ed una volta trovatosi vicino casa potrebbe essere indutto più facilmente a tornarci.
- Attenzione agli sciacalli!! Le associazioni a difesa degli animali sconsigliano di scrivere su annunci e volantini “lauta ricompensa” o simili. E’ accaduto che gente di pochi scrupoli abbia rapito altri animali nel tentativo di sostituire lo scomparso. Mettete poi in conto che potreste ricevere alcune telefonate sgradite. Ignoratele e se insistono contattate le forze dell’ordine, soprattutto se Vi chiedono un riscatto, e la compagnia telefonica.
- Una volta trovato il Vs. caro amico non dimenticate di sottoporlo ad una visita medica: il micio potrebbe essersi ferito o essere semplicemente rimasto spaventato, comunque l’occhio del veterinario è importantissimo.
- E per finirericordateVi che a chiunque può capitare di smarrire il proprio animale quindi prevenite: dotatelo di un collarino antistrozzo con riportate tutte le generalità e scattategli una foto che lo ritrae in modo nitido e visibile.
www.gattoamico.it/tuttigliarticoli/altri/smarrimenti.htm