Dopo tanta fatica, il meritato riposo. Ecco un cavallo da corsa che si rilassa sotto una “tenda a nebbia”, dove grazie ai nebulizzatori che creano una sottilissima pioggerellina e alcuni ventilatori si può rinfrescare.
Sono lontani i tempi in cui i primi equini scorrazzavano liberamente al riparo dagli uomini: i più vecchi antenati dei cavalli, apparsi sulla Terra circa 55 milioni d’anni fa, non superavano i 30 - 40 cm d’altezza al garrese (il punto più alto del dorso) e le zampe erano formate da quattro dita, con le quali camminavano bene sul suolo molle delle foreste. Ma quando gradualmente il suolo cominciò ad asciugarsi e i predatori aumentarono, questo animale fu costretto a correre più veloce e a cambiare tipologia di arti, che diventarono più allungati e con un unico zoccolo in fondo.

http://www.focus.it/animali/fotodelgiorno/...allo_corri.aspx

image