Il Coraggio delle Donne

apparentemente sto sbagliando a postare qui questo messaggio...
in realtà credo proprio che "questo" sia il posto giusto...in mezzo alle "difficoltà"...
quante volte mi sono trovata sul mio fondo a grattare scavando e scavando scivolando sempre più giù...
eppure...
una nuova amica ha postato questa "meraviglia" nel suo blog...
stasera avevo in mente di stirare ma credo che pistolerò un pò con photoshop per incorniciare questa sua riflessione...

Sono coraggiose le donne,
ci costa caro, ma bisogna ammetterlo.
La fragilità? Solo uno stato culturale, più che un dato biologico.
Sono forti e coraggiose, le donne.
Quando scelgono la solitudine, rinunciando a un falso amore, smascherandone la superficialità.
Sono coraggiose le donne.
Quando crescono i figli senza l'aiuto di nessuno, rivalutando l'ancestrale primato, quello di essere mamme.
Hanno il coraggio di non chiedere a uomini che sono anche padri, la loro presenza, puntualmente assente.
Uomini che rifuggono le proprie responsabilità, trincerandosi in comodi ruoli o paraventi infantili di adulti mai cresciuti.
Sono forti e coraggiose, le donne.
Quando a discapito di tutto e di tutti scelgono i propri compagni;
costruendo solide storie spendendo patrimoni sentimentali, contro la morale comune.
Sono forti e coraggiose, le donne.
Quando sopportano violenze di ogni tipo, per salvaguardare quello che resta di famiglie che non son più tali
Sono la speranza del mondo, le donne,
in qualsiasi circostanza continuano a far nascere uomini che poi le tradiranno.

Maryssa

CITAZIONE
..... cos'è il coraggio ?
è quello che mettiamo in un rapporto dove devi solo dare perchè lui non ha tempo ?
o perchè lui non vede ? o perchè lui non sente ? o perchè lui è cosi' bravino in tante cose e amato dalla gente ?
o perchè sono tutti uguali ??
VOGLIO IL CORAGGIO DI SCROLLARMI DI DOSSO QUESTO DOVERE


...mi dispiace...purtroppo non ho la bacchetta magica per rendere più facili i rapporti...comincerei dal mio con mio marito


 in un rapporto di coppia io non ho il dovere di dare e dare e dare ma piuttosto ho il diritto di decidere se voglio, oppure no, rimanere in questo rapporto di coppia...

 

 

 

 

CITAZIONE
...Quando scelgono la solitudine, rinunciando a un falso amore, smascherandone la superficialità...


è qui che ci vuole coraggio...è molto più difficile avere il coraggio di scegliere il "non rapporto" piuttosto che continuare a subirlo...già, secondo me se in un rapporto sento il peso del "dovere" forse sto vivendo in un rapporto che non è un rapporto...

gli uomini non sono tutti uguali...così come le donne non sono tutte uguali e non mi sento di generalizzare troppo...ma la difficoltà dei rapporti di coppia c'è...
ed è qui che, secondo me, entra in gioco il coraggio delle donne...
un coraggio che le porta spesso a guardare il loro rapporto cercando soluzioni ai problemi o strategie di rinnovamento...
nel mio rapporto di coppia in cui io ho liberamente deciso di rimanere ancora per oggi (e puntualizzo "oggi" perchè non mi preoccupo del "per sempre") non c'è la perfezione, anzi, c'è una grande difficoltà di comunicazione, ci sono mille e uno "contro" che potrebbero farmi impazzire se non guardassi anche l'altra faccia della medaglia...
per questo guardo al positivo, a ciò che di bello vivo nel mio rapporto quotidiano con questo neomarito con cui convivo da quasi dieci anni...
è una persona estremamente intelligente, colto e assetato di conoscenza...una persona con una sua vita e suoi interessi...una persona estremamente pulita e raffinata tanto quanto è disordinato e caotico in casa...
una persona con cui è bello incrociare lo sguardo durante la giornata...una persona con cui io ho la possibilità di essere "libera" di essere così come sono e che non ha mia preteso che io fossi diversa...
una persona che mi accetta così come sono...così come io accetto lui con i suoi pregi e i suoi difetti...
una persona che "ieri" ho scelto di sposare e che "oggi" sposerei nuovamente...
non ci sono "devo" nel mio rapporto...
nel mio rapporto ringrazio per tutto quanto di bello vivo quotidianamente e quando "il brutto" la fa da padrone cerco di sfogare la mia rabbia dove ci sono specchi amici che mi aiutino a trovare nuove prospettive e vedere nuove soluzioni...
"lui", il tuo "lui" è semplicemente un uomo alle prese con un grande cambiamento...ha i suoi tempi, i suoi lunghi tempi, ma pretendere che sia diverso da ciò che è vorrebbe dire non accettarlo per ciò che è...sai meglio di me quanti sono e quanto grandi sono i suoi pregi...
forse dovremmo imparare a concentrarci su ciò che ci unisce piuttosto che puntare il dito su quanto ci divide...

Ci vuole coraggio per decidere di rimanere sola anzichè restare in una relazione sbagliata. Ci vuole coraggio a dire NO ai "doveri" di moglie. Ci vuole coraggio ad esprimere la propria opinione senza timore del "suo" giudizio.
Ma dove lo trovo tutto questo coraggio?

Io l'ho trovato in un illuminante aforisma che recita:

"Il coraggio è la paura che ha detto le sue preghiere".

Preghiere come ognuno può concepirle, ovviamente!

Intervento di un'amica

ci vuole coraggio a chiudere una porta perché la responsabilità cadrà inevitabilmente su di te....

sia che tu abbia tutte le ragioni del mondo oppure no, sarai rea di essertene andata e questo cadrà principalmente su di te che ti sentirai colpevole....

perché non sempre chi ha il coraggio di chiudere una porta sarà vittorioso e felice ma sentirâ su se stesso il peso di questa decisione e solitamente è proprio la donna che osa porre fine ad un rapporto....

qualsiasi sia la spinta, ricadrà cmq su di lei la degradazione del peso e della sconfitta iniziale, malgrado si sia liberata di un peso, forse e debba inalzare le ali per volare libera....

le conseguenze saranno, in ogni caso terribili....

il dopo, per ogni scelta peserà...

la delusione i non avere un sostegno psicologico, magari materiale oppure amichevole....

è facile giudicare dall'esterno....

magari ti chiederanno perfino perché non ti eri decisa prima....

oppure perché non hai sopportato....

perché le VERE DONNE sopportano, erano altri tempi, QUELLE ERANO DONNE....

ogni donna, che abbia subito, che abbia taciuto, che si sia ribellata ma anche che abbia inflitto è una donna....

chi può giudicare veramente il ritmo, le evoluzioni e lo stato d'animo che viviamo????

è una scelta e dobbiamo imparare a rispettare le scelte di ognuno, forse non le condividiamo ma imparare ad accettarle....

perché siamo tutti, indistintamente VERI.... fiamma

 

CITAZIONE

ci vuole coraggio a chiudere una porta perché la responsabilità cadrà inevitabilmente su di te....

 

che importa quello che pensano gli altri "di me"?

o sono io che mi colpevolizzo e sposto il dito sugli altri perchè mi fa meno male pensare che siano loro a giudicarmi?

ho imparato, nella mia vita, che il mio peggior nemico sono io e che nessuno, e sottolineo nessuno, potrà giudicarmi peggio di quanto non faccia io...

ma poi...giudicare...

tutti bravi a giudicare...

cosa mi importa di quello che pensano gli altri?

sono gli altri che mi ritengono responsabile o sono io che sono ricaduta nei vecchi schemi e nei vecchi racconti e mi colpevolizzo per aver scelto altre strade?

se entro in contatto con me

se lavoro su di me fino al punto di riuscire ad essere onesta con me stessa,

l'unica cosa veramente importate sarà riuscire ad essere in pace con la mia coscienza...

e gli altri?

ma pensassero un pò ai cavolacci loro! :fl95c4.jpg:

Intervento di una amica

"ho imparato, nella mia vita, che il mio peggior nemico sono io e che nessuno, e sottolineo nessuno, potrà giudicarmi peggio di quanto non faccia io..."

ho sempre sottolineato la medesima definizione su mestessa: sono il mio peggiore nemico ed anche il mio peggiore giudice....

mi analizzo mi colpevolizzo, mi colpisco, mi giudico ed all fine mi punisco e quanta sofferenza quando m'infliggo severamente le mie torture....

ma poi ho imparato anche a perdonarmi ed a guardarmi si con occhio critico ma anche a volermi bene e non sempre a scusare gli altri, assumendomi sempre le mie responsabilità, dicendomi che, se ero caduta in questo tipo di errore, fondamentalmente me l'ero cercata, ed anche di peggio, ero arrivata perfino a giustificare certi comportamenti ignobili sempre per causa mia, perché erano loro le vere vittime se si erano comportate così, li avevo spinti io a farlo: ero io la rea....

ma poi ti dici, guardandoti attorno e leccandoti le ferite, che certi estremismi e certe violenze sia psicologiche che ficiche NON SONO MAI GIUSTIFICABILI, sia che tu sia diciamo affascinaante, che tu abbia fatto un sorriso in più od abbia semplicemente detto una parola che a loro dire, mancava di rispetto al signor uomo....

una VERA DONNA doveva UBBIDIRE, ASSECONDARE, SUBIRE, CAPIRE E TACERE....

impari, diventando grande, sempre con l'appoggio di una mamma ribelle, diciamo pure femminista, non solo indipendente e nordica che LA DONNA HA VALORE e che ANCHE SE NON SEI CRESCIUTA CON UN PADRE NON HAI BISOGNO DI ABBASSARTI PUR DI AVERE UN UOMO E CHE SOPRATUTTO NON ERA QUESTO L'AMORE....

MA IO CHE NE SAPEVO DI COSA FOSSE L'AMORE SE ERO CRESCIUTA FRA DONNE E SENZA UNA PRESENZA MASCHILE IN CASA????

ma cresci ed impari quando nasce un figlio, quando dopo le ultime botte subite temi per la vita di tuo figlio e malgrado l'amore per tuo marito, capisci che dedi tutelare tuo figlio e che L'AMORE PER TUO FIGLIO MERITA PROTEZIONE E DI CRESCERE SERENAMENTE, IN UN AMBIENTE DOVE REGNA IL RISPETTO E NON LA VIOLENZA....

ma a 20 anni si è forti a 40 un pò meno....

ho amato per anni quell'uomo, il mio dio, il mio respiro ma poi impari a non amarlo più ed a vivere per quel passerotto che vive accanto a te ed a crescere con lui....

siete 2 passerotti con le ali e volete innalzare le ali fino al prossimo appuntamento, quello che si rivelerà poi la peggiore, ma lo scoprirò dopo molti anni, perché purtroppo, le persone non le conosci mai veramente ma almeno se lo avessi conosciuto vermanete avrei prevusto ogni passo, invece mi ritrovo da capo.... fiamma

Le immagini pubblicate in queste pagine sono state prese nel web offerte in forma pubblica e rimangono di proprietà dei rispettivi autori. In caso foste al corrente di violazione di copyright di cui non sono a conoscenza, vi prego cortesemente di informarmi tramite messaggio privato e provvederò a rimuovere le immagini contestate,
grazie