14 Novembre 2015

Ennesimo atto di terrorismo...e sto piangendo senza ritegno...

Mio marito sta preparando per pranzo le sue splendide patate al forno con la tv che commenta e ripete e ripropone e io sono scappata di qua in ufficio per non sentire oltre e poter piangere senza impensierirlo oltre...

Mi sento devastata nell'anima di questo corpo indenne...

La rabbia e l'impotenza mi fanno pensare e dire cose per me terribili...

Mi pongo mille domande e a ognuna di quelle domande mi ritornano troppe risposte spesso più terribili delle domande...

E' forse la mia mente "sporcata" dai film serial di spionaggio che tanto amo a parlarmi da dentro?

E' forse la consapevolezza della pochezza dell'uomo di potere che mi fa dubitare?

Chi realmente c'è dietro quanto sta succedendo attorno e dentro ciascuno di noi?

Bianco, Rosso, Giallo, Verde o Nero che sia, a chi può "interessare"?

Un Dio? Un Demonio? Un Paese? Un pugno di uomini o un pugno di donne?

E dove ci può portare questo clima di culto dell'odio? All'amore? Alla guerra?

All'amore verso chi? Alla guerra contro chi?

Verso i nostri amici? Verso un Dio?

Vorrei spegnere la testa.

Mi sento ridicola.

Io con il non semplice menage familiare quotidiano.

Io che mi muovo in questo mondo che non capisco.

Io con il mio corpo che non so più gestire.

Io. Così impotente di fronte alle mie semplici domande.


Io prego e mi aggrappo alla fede e all'amore accettando la mia impotenza.

Le immagini pubblicate in queste pagine sono state prese nel web offerte in forma pubblica e rimangono di proprietà dei rispettivi autori. In caso foste al corrente di violazione di copyright di cui non sono a conoscenza, vi prego cortesemente di informarmi tramite messaggio privato e provvederò a rimuovere le immagini contestate,
grazie